Oggi, a 26 anni dalla STRAGE DI CAPACI, un Paese solitamente “smemorato”, ha visto ragazzini nati nel nuovo millennio, ricordare il magistrato palermitano con sensibilità e convinzione.

Noi insegnanti vogliamo pertanto pubblicare, la semplice ma profonda riflessione di un ragazzo di soli 16 anni. Ha saputo con grande lucidità capire che il problema mafia e la sua soluzione, stanno “in noi” e non “fuori di noi”.

Grazie Stefano!

[leggi articolo di Stefano Mazzani, 2C LSA]