Intercultura – News

This image requires alt text, but the alt text is currently blank. Either add alt text or mark the image as decorative.Le origini dell’Associazione risalgono al 1915 a livello internazionale, quando in Francia, un gruppo di giovani ambulanzieri volontari diede vita ad un’organizzazione umanitaria denominata American Field Service (AFS), allo scopo di soccorrere feriti di ogni nazionalità. Con lo scoppio della II Guerra Mondiale, gli ambulanzieri tornarono in servizio a fianco degli Alleati in Francia e, in seguito, in Medioriente, Africa, India, Birmania.  Nel 1943, con lo sbarco degli Alleati a Napoli, i volontari AFS risalirono l’Italia e nel 1945 furono tra i primi a varcare i cancelli del lager nazista di Bergen Belsen.

Negli anni del primo dopoguerra nasce in Italia AFS Associazione Italia, con l’obiettivo primario di abbattere stereotipi e barriere culturali e di diffondere una cultura di pace basata su un progetto educativo di scambi culturali.

Nel 1977 l’associazione cambia nome e diventa Intercultura, proprio per sottolineare il nuovo obiettivo: diffondere l’educazione interculturale intesa come valore in sé e strumento attivo per costruire la pace nel mondo, a cominciare dalle giovani generazioni.

Oggi sono migliaia i volontari Intercultura in Italia che, in stretta collaborazione con i duecentomila volontari AFS sparsi nel mondo, contribuiscono a promuovere e sostenere gli scambi educativi internazionali,   strettamente connessi al mondo scolastico.

Programmi di mobilità studentesca internazionale supportati e offerti, anche con borse di studio:

  • Mobilità individuale con l’offerta di programmi scolastici della durata da 1 mese ad un anno che permette ai ragazzi di vivere un’esperienza a tutto tondo in una realtà diversa dalla loro in un mondo diverso: anche in un mondo globalizzato, le realtà sono ancora molto diverse; i ragazzi partecipano ad una selezione e anche i meno abbienti possono partecipare ottenendo una borsa di studio;
  • Mobilità collettiva:  con lo scambio di classe. Valida alternativa alla gita di classe. Attraverso la rete internazionale di Intercultura si trova una scuola partner selezionata con cui sperimentare una settimana di ospitalità reciproca (il gruppo classe accoglie una classe di ragazzi stranieri sia a scuola, sia a casa, vive la vita scolastica di tutti i giorni, imparando e scambiando esperienze)
  • Progetti di alternanza Scuola Lavoro: Intercultura è terzo settore e ha avviato progetti di collaborazione con le scuole per il riconoscimento di attività ASL.

Progetti a sostegno del mondo scolastico:

  • La Fondazione Intercultura collabora con il MIUR ed università italiane e internazionali finanziando degli studi di settore e ricerche a sostegno di docenti e dirigenti.
  • Crea eventi a carattere locale, nazionale e internazionale per coinvolgere non solo i ragazzi nella loro fase di crescita ma anche l’intera cittadinanza.