Buongiorno si allega  Verbale Completo della Riunione del Comitato Genitori Falcone-Righi di Corsico

Breve introduzione del presidente Santucci in cui viene ricordato a tutti i genitori la presenza di una mail list e di uno spazio sul sito della scuola.
Sono presenti una sessantina di genitori tra cui alcuni neo eletti dai consigli di classe e una decina di ragazzi rappresentanti degli studenti.

Agli studenti viene chiesto cosa è stato ottenuto durante la loro visita di ieri, 10 novembre, a Palazzo Isimbardi. Purtroppo non hanno ottenuto molto, il problema sono i fondi e le autorizzazioni a spendere ciò che verrà destinato per le scuole. Per Lunedì hanno ottenuto un appuntamento con un rappresentante di città metropolitana. Gli studenti hanno comunque l’appoggio del sindaco del comune di Corsico e martedì hanno già progettato di effettuare una nuova manifestazione da parte degli studenti.

Interviene il presidente del consiglio d’istituto Roberto Terragni che conferma la mancanza di fondi da parte di Città Metropolitana per la manutenzione corrente e che se pure ci fossero degli avanzi sono già stati finalizzati e l’approvazione del nuovo bilancio avverrà probabilmente o a fine novembre o fine dicembre. Purtroppo ci saranno circa 4000 emendamenti  per la legge sulla stabilità e quindi non sarà una cosa veloce.

Il signor Terragni consiglia di non confondere il fatto che la scuola è eccellente, come risulta dall’indagine eduscopio 2017, con lo stato fisico della struttura.

Le dirigenti sia del Vico che del Falcone- Righi hanno comunque già eseguito un’analisi dettagliata della struttura inviandola a Città Metropolitana e si ricorda che l’anno scorso alcuni fondi sono già stati destinati alla manutenzione straordinaria delle strutture ma senza l’intervento di città metropolitana, in autonomia. Durante gli anni gli interventi sono stati eseguiti più volte , la manutenzione viene effettuata ma non come routine, la manutenzione straordinaria non può essere eseguita con una certa frequenza quindi può capitare che improvvisi temporali causino intasamento dei pluviali senza poter rimuovere immediatamente foglie o altro materiale depositato. Si ricorda che è presente presso la nostra sede un ufficio dislocato di Città Metropolitana che deve verificare lo stato delle cose e relazionarle. Ma si ricorda anche che il problema che era avvenuto l’anno scorso con l’ascensore per i disabili si è protratto per circa un anno con gravi disagi per tutti prima di essere risolto.

La domanda che ci si pone è “come vengono gestite le priorità delle varie scuole?” In base al numero di classi chiuse (oggi abbiamo 9 classi chiuse per inagibilità); in base alle relazioni dei Vigili del Fuoco ; in base al fatto che ci siano altre scuole in condizioni negative più urgenti…

Sembra che siano 147 le scuole con problemi.. così ha riferito il signor Maviglia di Città Metropolitana…

Interviene la signora  Cinzia Costa in qualità di  personale tecnico della scuola e riferisce che lunedì gli addetti alla manutenzione verificheranno lo stato della struttura.

Intervento della dirigente

Qual è la situazione attuale? Dopo anni in cui si è cercato di tamponare le emergenze in modo circoscritto ora a seguito dei lavori estivi e  con l’arrivo delle piogge, le zone in cui vi era infiltrazione sono peggiorate  e la dirigente, coadiuvata dai colleghi, sig. Pasquino e sig. Ginelli, ha provveduto ad inviare foto, relazioni e segnalazioni a Città Metropolitana.

Non avendo ricevuto risposta, ha chiesto di essere contattata, altrimenti avrebbe fatto intervenire i vigili del fuoco (ultima ratio perché avrebbero sigillato aule e zone con una successiva difficoltà nella loro riattivazione) . Non avendo ottenuto risposta, Martedì è  stata costretta a chiamare i vigili del fuoco e mercoledì ha ottenuto l’uscita di una squadra che giovedì  è intervenuta. Purtroppo la prima squadra che è arrivata ha chiesto l’intervento di una seconda squadra, avendo riscontrato una situazione più negativa di quello che si aspettassero. Alla fine sono intervenuti una ventina di vigili del fuoco che hanno controllato tutta la scuola decidendo di chiudere la zona 7 ITC, zona  aule ECDL, altre aule, le scale di accesso e la zona antistante i bagni , tutto nel piano superiore. I vigili del fuoco hanno redatto un verbale per cui la dirigente non potrà utilizzare le aule, rese così inagibili, fino ad una nuova certificazione di messa in sicurezza, con gravi ripercussioni sulla didattica. Città metropolitana è stata notiziata di tutto questo ma non ha risposto, la dirigente ha chiamato direttamente il dottor Maviglia di Città Metropolitana che in modo non simpatico ha risposto che sono senza fondi, il bilancio sarà approvato a fine dicembre e fino ad allora non si potrà ottenere nulla. Il dottor Maviglia ha ribadito che 147 scuole come la nostra sono in situazioni critiche…. ma in realtà sembrerebbero essere 6 scuole così urgenti. Purtroppo il budget che avranno in dotazione verrà suddiviso nelle 147 scuole indicate per cui, della cifra che sarà resa disponibile,  approssimativamente  € 4000 verranno assegnati ad ogni a scuola e a noi questa cifra non sarà sufficiente.

La  dirigente ringrazia i rappresentanti degli studenti che giovedì pomeriggio fino a tardi sono rimasti in riunione con lei, dimostrando la loro cittadinanza attiva. Questa è stata una grande lezione civica e civile. La manifestazione di ieri, venerdì 11 novembre, è stata dignitosa e civile e ha visto coinvolti non solo gli studenti ma anche docenti , tecnici,personale ATA e tutti  gli articoli sull’accaduto sono stati relazionati in modo preciso, civile e  dignitoso. È stata una manifestazione “ PER” ,non “CONTRO”.

D’ora in poi le azioni dignitose dovranno essere portate avanti da tutti insieme, perché solo così, in modo compatto, potremmo ottenere qualcosa, ora o mai più !! Si ringrazia il sindaco di Corsico, attivo sia con comunicazioni alla prefettura, sia allertando tutti i sindaci della zona, perché il problema è di tutte le cittadinanze e di tutti i comuni che afferiscono al nostro istituto. Ora bisogna attivarsi perché si trovino i fondi dal pubblico, in quanto ,quando c’è l’emergenza, i fondi si possono trovare. Infatti, se al posto dei Vigili del Fuoco fossero arrivate delle ambulanze per soccorrere qualcuno, sicuramente qualcosa si sarebbe mosso… ma deve essere deve succedere sempre qualcosa di brutto?

La dirigente sottolinea l’importanza di muoversi subito perché le lungaggini del governo faranno sistemare la scuola a fine anno scolastico, come avvenuto l’anno scorso, quando alla fine non è stato fatto nulla.

Se nonostante tutti i nostri tentativi non si otterrà niente bisognerà riuscire a fare un appello generale a tutte le associazioni, le ditte, le società, i comuni, per provvedere a una mega raccolta di fondi e sponsorizzazioni (persino detraibili al 100%). Bisognerebbe scatenare l’impossibile … Se riuscissimo a raccogliere delle cifre considerevoli e magari una perizia gratuita da parte di un ingegnere strutturale, scelto anche tra genitori e conoscenti , con un preventivo, potremmo riferire a Città Metropolitana di avere i soldi e chiedere di farci una delega, un’autorizzazione a eseguire i lavori in autonomia, senza transitare da un eventuale loro bando con tempi molto più dilatati.

Percorso da svolgere:
Innanzitutto provare con la pubblica amministrazione poi fare una manifestazione, chiedendo i permessi in prefettura  e questura per l’occupazione del suolo pubblico, in quanto l’intento è portare le classi quarte e quinte con i relativi docenti e le due dirigenti dei due istituti, davanti a Città Metropolitana e fare lezione lì, con dei cartelli con la scritta ”SILENZIO. STIAMO FACENDO LEZIONE”, invitando giornali, stampa e televisione… per una protesta civile silenziosa concreta. Si direbbe che  la lezione all’aperto è svolta perché così siamo sicuri che almeno non ci crolla in testa il soffitto… poi si decideranno quali altre azioni eseguire. Sicuramente verrà predisposto un comunicato scritto da mandare alle istituzioni, anche i genitori sono sollecitati a preparare un documento scritto, serio, forte, chiedendo sicurezza per i propri figli, i quali sono stati affidati alla scuola ed è un delitto ai diritti civili non permettergli di studiare. le scuole di eccellenza, ma nessuna scuola in realtà,  merita questa situazione, la nostra scuola ha molte possibilità di dare lavoro in uscita, si eseguono  progetti molto belli,  in cui si crede, per un percorso educativo profondo.

I ragazzi hanno diritto di lavorare sui loro sogni !! Queste strutture non sono idonee…I ministri manderebbero i loro figli qui a studiare?

Intervento della professoressa Perina
Il sentimento dei lavoratori è di preoccupazione per gli studenti ed il personale. È difficile proseguire la didattica ma si sentono cautelati dalle azioni svolte dalla dirigente, che li ha rassicurati .La professoressa Perina ringrazia gli studenti per la responsabilità etica e morale che hanno dimostrato durante questi giorni, questa battaglia difficile viene portata avanti con coraggio dalla dirigente. La portavoce chiede di andare avanti tutti insieme in questa battaglia perché una risposta” altre scuole sono così “ non è sufficiente!! Tuttavia, in questa circostanza, tutti sono vigili, il personale e gli studenti sono al sicuro, i docenti hanno dovuto modificare la loro didattica , i laboratori con le Lim ora sono diventate delle classi per mantenere la didattica al 100% .Purtroppo  a causa di  acqua nelle plafoniere , alcune luci di sicurezza sono state chiuse, per non danneggiare il materiale in dotazionee i computer così difficoltosamente ottenuti !!!

Intervento del Presidente dell’Associazione amici del liceo Vico
Anche loro hanno problemi annosi con il tetto, hanno già chiamato più società per le valutazioni rilevando che il  problema è la copertura e non le guaine. Avevano pensato di dare in affidamento il tetto alle società che si occupano di strutture fotovoltaiche, in modo che avrebbero posizionato pannelli sul tetto gestendo la situazione attuale e la manutenzione in modo gratuito. Purtroppo negli anni scorsi questa proposta non ha dato buon esito. Bisognerebbe riaffrontare tutto nella sua interezza e fare una nuova battaglia , bisognerà combattere insieme. L ‘idea del lavoro da svolgere è già precisa e si potrebbe fare un preventivo per tutto il plesso del comprensivo, i rattoppi eseguiti fino ad oggi non hanno dato nessun esito e sono solo spese inutili.

Intervento dei genitori
Importante è la diffusione sui social ! Sfruttiamo la visibilità della scuola di questi giorni , bisogna diffondere il fatto che la scuola ha una pagina Facebook e Twitter : per ora ci sono proprio pochi like sul sito Facebook…. È necessario sensibilizzare tutti quanti ,genitori e non , all’utilizzo di questi nuovi metodi di comunicazione, in modo da essere più visibili.

  • SICUREZZA

La dirigente è riuscita a coinvolgere l’Associazione ex Carabinieri di Corsico per un progetto di sicurezza a scuola .Il presidente dell’associazione Ciniero Pietro, brigadiere della sezione di Corsico, con altro personale in congedo saranno presenti in giorni NON stabilitinel plesso ( meglio essere imprevedibili per una maggiore efficacia).Il luogotenente Licata prende la parola e illustra la loro attività.

Lo scopo di questa associazione, attiva dal 1875 , inizialmente per mutuo soccorso tra carabinieri, è essere vicini laddove la presenza dei cittadini lo richiede . Lestrutture scolastiche necessitano di una presenza particolare : diversa  e delicata. I ragazzi hanno prospettive diverse da quelle degli adulti , magari sottoposte  a situazioni di disagio. Si occuperanno di monitoraggio e vicinanza agli studenti, ma non come istituzione ma in amicizia e cordialità  e invitano gli studenti a visitare la loro sede che si trova in via Leonardo Da Vinci a Corsico.

Il progetto pensato dalla dirigente è stato chiamato “ l’angelo custode“ e prevede la presenza di persone amiche degli studenti che veglieranno nelle zone pericolose della scuola ,individueranno gli atteggiamenti pericolosi , maltrattamenti , bullismo. Gli studenti  potranno avvisarli , parlarci direttamente o anche tramite i genitori , per evitare atteggiamenti illegali o dannosi . Anche le anime degli studenti devono restare pulite!

  • PIANO ANTIFUMO

Progetto che tra poco sarà attivato

  • MERCATINO DI NATALE e ADDOBBI NATALIZI

Il versamento del contributo scolastico è stato inferiore agli anni precedenti , alcuni genitori chiedono la rateizzazione per assolvere al versamento, ma altri genitori lo versano in maniera inferiore o addirittura nulla. A tal proposito la dirigente precisa che il contributo  è un investimento sulla vita dei figli,  a cui , in questo modo, possono essere garantite una serie di iniziative che altrimenti non si potrebbero permettere. Con tale contributo si era istituito un fondo di solidarietà per le gite , per le uscite didattiche , per tutte quelle famiglie in difficoltà , anche per gli alunni disabili per poter essere presenti durante le gite con un  accompagnatore. I fondi dello Stato sono andati diminuendo ogni anno e c’è maggiore povertà nelle famiglie stesse. Si chiede quindi al Comitato Genitori un aiuto nella raccolta e nell’istituzione di un fondo di solidarietà , coadiuvando nella realizzazione ,allestimento,organizzazionedi un mercatino di Natale .

Dal 01 dicembre al 21 sarebbe bello creare un ambiente natalizio, magari costruire degli alberelli fatti con i libri inutilizzati e disseminarli in giro per la scuola, allestendo nell’aula ex biblioteca dei tavolini e addobbi per poter proporre una sorta di mercatino di Natale, dove associazioni del territorio come :

Sacra Famiglia, con ceramiche e falegnameria

Lions, con oggetti vari

Buon mercato

artigianato

bigiotteria

Ass. Giardino degli aromi,

potranno proporre e vendere i propri prodotti, donando una minima parte dell’incasso al Fondo di Solidarietà dell’Istituto.

  • PROGETTO T-SHIRT, TUTE DA CALCIO ETC CON LOGO DELLA SCUOLA

La scuola propone del vestiario con il proprio logo da proporre al mercatino natalizio.

  • PONTE DI NOTE

Progetto musicale con altre scuole del territorio , prevalentemente medie inferiori, che prevede per il giorno 21 dicembre in auditorium , un concerto serale con biglietto simbolico a favore di un ‘associazione che si occupi di problemi legati all’adolescenza o bullismo o tumori.

La dirigente ringrazia per  la presenza odierna di un nutrito  numero di genitori e si augura una presenza ancora più assidua e ricorda che i laboratori, le mascherine , i guanti , le Lim , la sicurezza,…. tutto ha un costo e chiede di sensibilizzare l’utenzaai problemi della scuola: dividendo i compiti si può andare molto avanti.

Il presidente del comitato dei genitori, signor Santucci Roberto ,introduce l’argomento rinnovo cariche CDG.

I genitori presenti sono invitati a proporre la propria candidatura, si ricorda che esiste anche il sottogruppo DVA, la cui organizzatrice è la signora Silvestre e si precisa la necessità di istituire nuovi sottogruppi per migliorare la nostra attività.

Santucci ricorda che l’emergenza non è mai finita e servono nuove idee, delle braccia e delle menti , aiutare ormai è quasi un obbligo e dobbiamo essere presenti. Viene ricordato che il comitato dei genitori ad oggi risulta essere una personalità  giuridica con partita IVA e con un conto corrente.

Si propone un genitore , la signora Elisa Canclini che è disposta per eventuali altre cariche.

Non essendoci altre disponibilità , le cariche attualmente in essere vengono riconfermate all’unanimità:presidente  Santucci Roberto ,vicepresidente Boggi Sara e tesoriere Nuciforo Angelo.

Il presidente comunica che nel 2018 la banca ci donerà €300 per il progetto del professor Coloru “ Redesign your school”

I genitori segnalano ancora delle difficoltà nella lettura delle circolari e chiedono più facilità nel reperire le circolari nel sito.

 

Il presidente del CdG, Roberto Santucci

La verbalizzante, vice presidente del CdG, Sara Boggi